Home  /  Cos’è il Lean Thinking  /  Tecniche di supporto  /  FMEA – Failure Mode and Effects Analysis

FMEA – Failure Mode and Effects Analysis

Le prime applicazioni formali della FMEA si sono avute nell’industria aerospaziale americana durante lo sviluppo del progetto Apollo.
Successivamente, dall’inizio degli anni ’70, l’industria automobilistica americana (e a seguire quella giapponese), hanno iniziato ad applicare la FMEA al fine di prevenire la necessità di fare ricorso a campagne di risanamento. Attualmente la FMEA è applicata nei più disparati settori manifatturieri, per la sua dimostrata validità e applicabilità.

Finalità della FMEA:

  • Individuare preventivamente le potenziali difettosità/ criticità che possono verificarsi durante il ciclo di vita di un prodotto
  • Determinare le cause delle potenziali difettosità/ criticità associate alla sua progettazione o fabbricazione
  • Prevederne le conseguenze nell’ottica della soddisfazione del cliente
  • Stabilire le priorità di intervento
  • Identificare le opportune azioni correttive/preventive
  • Documentare le scelte operate, contribuendo alla costruzione di una “memoria tecnica” aziendale

Alcune definizioni:

Modo di guasto
Il modo in cui un componente/processo può cedere o manifestare una perdita di prestazione. Generalmente è associato ad un difetto o ad una non conformità.

Effetto
Impatto sul cliente se la modalità di guasto non è stata preventivata o corretta. Il cliente può essere interno o esterno.

Causa
Una criticità che determina un modo di guasto. Le cause sono sorgenti di variabilità associate con le variabili di input del processo.

Il modo di guasto può essere l’espressione di come il difetto si manifesta nel processo, mentre un effetto è l’impatto sulle specifiche del cliente.

La FMEA può riguardare sia il progetto che il processo produttivo. Si distingue pertanto tra:  FMEA di progetto e FMEA di processo.
Le due analisi sono tra loro complementari, e permettono di sintetizzare in modo sistematico le valutazioni operate dal progettista e dal tecnologo. Sia la FMEA di progetto che la FMEA di processo hanno come oggetto dell’analisi i modi di guasto/criticità del prodotto; l’elemento che le distingue è la struttura dell’analisi stessa.

Lo sviluppo della FMEA è realizzato mediante un’attività di gruppo dove il ruolo fondamentale è affidato al progettista/tecnologo responsabile del progetto/processo analizzat.

La Lean Factory School® ha organizzato il corso “FMEA. è facile!”, una  giornata dedicata all’apprendimento della tecnica di analisi dei modi di guasto e dei relativi effetti consentendone l’uso in modo rapido. Leggi di più »

Bonfiglioli Consulting          Copyright © 2016 Bonfiglioli Consulting.  All rights reserved.  P.I. 02646871208          Privacy Policy  |  Cookie Policy